variazioni enigmatiche

di Eric-Emmanuel Schmitt
Regia Biribò | Toloni
Costumi Antonio Musa

Con: Rosario Campisi, Amerigo Fontani


Considerata l’opera più complessa e completa dell’autore francese Éric-Emmanuel Schmitt, Variazioni enigmatiche è un testo del 1995 che alterna vibranti moti emotivi a drammatici colpi di scena raccontando il confronto brutale e allo stesso tempo commovente fra Abel Znorko (interpretato da Amerigo Fontani), misantropo Nobel per la letteratura che vive solitario su un’isola del mare di Norvegia e Erik Larsen (Rosario Campisi) sconosciuto giornalista cui lo scrittore concede un’intervista.  Una commedia che si rivela a tratti anche dramma dell’inafferrabilità dei rapporti umani così come testimonia lo scontro di due uomini che si perdono e si ritrovano con lucida abilità dialettica tra ironia, malinconia e dolore. Un confronto sarcastico sulla ricerca della verità che scopre un gioco perfetto di coperture e mascheramenti dietro i quali lo scrittore e il giornalista si sono volontariamente celati per paura di accostarsi alla vita, infinita sorpresa che non ammette soluzione unica, certa e razionale.